La storia delle borse campane ha inizio negli anni ’60 con Gennaro Giaquinto, operaio in una piccola fabbrica di Napoli. Nel 1998 Gennaro, con la collaborazione dei figli Claudio e Paolo, decidono di creare una loro piccola impresa, la Giuliapel Sas, che lavora per terzi, dapprima per Cesare Paciotti e poi, dal 1999, per Dior.

Nel 2002 la società si trasferisce a Casandrino e prende il nome P&C che lavora per Prada e Gucci. Nel 2008 riprende la collaborazione in esclusiva con Dior. La produzione cresce e il fatturato sale a 1 milione con 55 dipendenti. L’azienda P&C diventa fornitore di primo livello, tecnologie ed organizzazione vengono integrate e la produzione cresce notevolmente. Viene introdotta anche la produzione per Fendi.

Ma una produzione familiare è sempre nel cuore della famiglia Giaquinto e nel 2017 avviene il gran passo: quella di entrare nel mercato con una produzione di borse con il marchio Giaquinto. Le borse sono per un target di mercato alto, realizzate con pellami pregiati con inserti e manici esclusivi. La produzione si rifà ai canoni di Dior ma il design è più italiano. Le borse Giaquinto sono vendute nellr migliori boutique multimarca.

Oggi le due imprese P&C e Giaquinto, per la linea a marchio proprio di borse, hanno un giro d’affari complessivo di 7 milioni e circa 120 dipendenti.

SPEDIZIONE
GRATUITA

PAGAMENTI
SICURI

ACQUISTI
SEMPLICI

I MIGLIORI BRAND DEL MADE IN ITALY

FOLLOW ME ON SOCIAL