Quella delle fragranze Nobile 1942 è una tradizione familiare che arriva da lontano quando, nel pieno della Seconda Guerra Mondiale, Umberto Nobile decise di aprire a Roma una profumeria per la moglie. Un regalo che ispirò anche i figli, i quali decisero di fare altrettanto per le rispettive mogli, aprendo una profumeria a Napoli e in Toscana.

Con Massimo e sua moglie Stefania, la tradizione viene tramandata nuovamente, ma quello che decisero di fare è stato di creare un brand capace di mettere in risalto tutta l’eleganza italiana e l’esclusività del made in Italy.

Malìa Nobile 1942: la fragranza che nasconde il fascino misterioso della strega

Per raccontare tutta l’eccezionalità e il valore di questa fragranza bisogna fare un veloce excursus, partendo dal suo nome, Malìa: misteriosa capacità di intrappolare una preda operando una sorta di persuasione occulta. Guardando al passato, si sussurrava di donne spaventose che danzavano nella natura notturna rivolgendosi al diabolico. Queste donne erano proprio le streghe, ed è affascinante pensare che queste siano state in grado di operare atti di magia.

Malìa, è dunque la fragranza che affida alla strega il suo ruolo di donna misteriosa e detentrice di un potere tanto occulto quanto seduttivo e ammaliatore. Note narcotizzanti danno il via a questa fragranza, come penetrante era lo sguardo delle Streghe.

Se il profumo vi permette di compiere uno straordinario viaggio sensoriale lungo migliaia di anni, la confezione non è da meno: si presenta all’interno di un elegante astuccio in floccato viola. La sua realizzazione è frutto di un lungo ed esclusivo lavoro artigianale che rispecchia tutto il made in Italy di Nobile 1942, tanto da rendere ogni sua confezione unica e diversa dalle altre.

Scopri questo e tanti altri straordinari profumi sul mio sito danielegiovanimilano.com

 

La stanza delle bambole Nobile 1942 una fragranza lunga una vita

Seguendo il trend dei profumi Nobile 1942 abili nel trasmettere tutta la passionalità e il culto del bello, frutto di un’esperienza decennale, dell’eccellente qualità delle materie prime e di una cura per i dettagli che ritrovate nelle confezioni prodotte a mano, con la fragranza “La stanza delle bambole”, il marchio tutto italiano ha voluto compiere un viaggio generazionale.

Anche in questa occasione per capire al meglio il profumo bisogna partire dal nome, da quella stanza delle bambole che per anni ha accolto i pensieri e i sogni delle bambine. Nel semplice gesto di giocare con i pupazzi e le bambole si immagina il mondo dei grandi, si fantastica sulla vita futura dando vita ai propri sogni e dando sfogo alla propria creatività, ma al tempo stesso si deride il mondo dei grandi, fatto di impegni e responsabilità.

Gli anni però scorrono via veloci, e le bambole finemente vestite, tanto da diventare un modello da imitare, ritrovano nuovamente spazio nelle mani di quelle bambine diventate donne, e che adesso vedono i loro pupazzi come un porto sicuro in cui rifugiarsi e sognare di tornare bambine.

La fragranza, con le sue note olfattive che ritrovate sul mio e-shop danielegiovanimilano.com, trasmette una sensualità delicata perfetta per le serate estive.