Tra le scarpe preferite da molte, i tacchi sono amati da tantissime donne anche se nei loro confronti ci possono essere sentimenti contrastanti. C’è chi, infatti, vorrebbe sfoggiarli in più occasioni ma fa troppa fatica a causa della loro rinomata scomodità. Se non mancano le veterane capaci di stare per lungo tempo sui tacchi (anche alti) senza nessuna difficoltà, in molti casi tenerli già solo poche ore può essere una tortura. Per non rinunciare ai tacchi, ma neanche alla comodità, una soluzione è quella di puntare tutto su un tacco comodo

Scopriamone le caratteristiche per calzare modelli con cui slanciare la vostra figura lasciandovi comunque avvolgere nel comfort.

Quanto deve essere alto un tacco per essere comodo?

Per unire comodità e glamour, un tacco comodo è l’opzione ottimale. I tacchi da 12 centimetri, seppur bellissimi, spesso non riescono a essere calzati. Per sfoggiare un qualcosa che risulti essere il giusto compromesso, da indossare anche per molte ore, il tacco comodo è la soluzione. Per quanto riguarda la sua altezza, l’ideale è tra i 5 e gli 8 centimetri.  Con questo tipo di calzatura si è eleganti, si slancia la silhouette, ma si resta comunque comode: dall’altezza né troppo elevata né irrilevante, è alla portata anche delle principianti in fatto di tacchi.  

Nei tacchi comodi, però, quello che conta non è solo l’altezza: anche la dimensione è importante. Per restare comode, distribuendo il peso in modo corretto e uniforme su tutto il piede, l’ideale sono le décolleté a tacco largo.

Tacchi comodi: i modelli più chic e i consigli utili per indossarli

Per chi ha bisogno di tacchi comodi ed eleganti e non è molto pratica nell’indossarli, può partire da altezze minori, restando su 5 centimetri, facendo un po’ di pratica con delle passeggiate in casa.

Se si vuole puntare su qualcosa di più basso, si può optare per tacchi sui 3 cm, più sottili e capaci di sfoggiare un’eleganza senza tempo. Persino dive del calibro di Audrey Hepburn e Grace Kelly erano solite indossare calzature simili, dal sapore bon ton. Diverso è per chi ha confidenza con i tacchi: in questo caso si può puntare anche su tacchi di 8 centimetri

In fatto di punte, fino al numero 38 sono ideali quelle che rendono affusolato il piede. Invece, le punte rotonde sono indicate per coloro che hanno dal numero 39 in avanti, per rendere la gamba più aggraziata. 

Se si è alla ricerca di tacchi comodi e raffinati sono imperdibili le décolleté firmate Pollini, dal tacco di 7,5 cm, realizzate in pelle nude e impreziosite da un traforo laterale. Chi vuole un tacco largo può sfoggiare le décolleté in vernice rosa di Giorgio Fabiani, rese uniche da un dettaglio a catena anteriore.

Se si cerca un tacco da 5 cm, sono perfette le décolleté in pelle di Giorgio Fabiani con fondo in gomma, tinte da uno splendido color glicine pastello.

Per coloro che sono alla ricerca di un nuovo paio di sandali è perfetto il raffinato e comodo sandalo con cavigliera, impreziosito da tubolari in nappa nude e specchio oro, dal tacco di 5 cm, firmato da Daniele Giovani Design.

Se sei alla ricerca di un tacco comodo ed elegante, affidati a Daniele Giovani, punto di riferimento nell’universo degli accessori e del Made in Italy.