Con l’arrivo della primavera, il pensiero va già alle calde giornate estive da passare al sole, tra gite fuori porta immersi nella natura e passeggiate vista mare. C’è chi non solo sogna le vacanze, ma anche il guardaroba della bella stagione. Oltre ai vestiti più leggeri, non mancano anche le scarpe estive: tra i modelli più chic ci sono i sandali capresi gioiello, grande classico con cui passare la bella stagione con stile.

Tra le calzature più amate in assoluto, ecco i dettagli di questo modello senza tempo.

Sandali capresi gioiello: un grande classico intramontabile

Dal grande fascino, i sandali capresi gioiello affondano le loro origini nel passato remoto. Dai tempi degli Egizi e dei Romani ai nostri giorni, hanno spopolato: declinati in infinite varianti, sono intramontabili. In particolare queste calzature sono amate per la loro capacità di unire charme e comfort. 

I primi prototipi di questo meraviglioso sandalo si sono diffusi 2 millenni fa, calzando i piedi dei popoli mediterranei. In quel periodo si sono diffusi modelli dotati di stringhe in pelle da allacciare intorno alla caviglia, riuscendo così a percorrere lunghi tragitti.

Il sandalo caprese come lo conosciamo oggi è stato per la prima volta indossato dall’Imperatore Tiberio a Capri. Le popolazioni locali colpite da questo modello si sono messe subito in moto per replicarlo. Da allora prende il via una delle tradizioni artigianali del Bel Paese tra le più note a livello globale. Nel corso dei secoli il sandalo caprese si afferma come emblema dell’artigianalità italiana. 

Durante l’epoca moderna il sandalo caprese conquista innumerevoli dive e icone di stile. Tra queste negli anni ‘40 la direttrice di Vogue America, Diana Vreeland, che durante una vacanza a Pompei rimane folgorata da un modello realizzato artigianalmente in una bottega di Capri. 

In questo modo, Star del calibro di Audrey Hepburn, Brigitte Bardot e Sophia Loren ne vengono conquistate, iniziando ad indossare questa calzatura unica al mondo. I sandali capresi hanno fatto battere il cuore anche a Jackie Kennedy, ispirando anche il famoso modello di sandalo “K”, contraddistinto da una grande versatilità.

Il sandalo caprese: tutti i dettagli

Chic e personalizzabili, ciò che è molto amato dei sandali capresi è la loro capacità di unire uno stile essenziale e raffinato al massimo comfort. Altamente personalizzabili e realizzabili su misura, illuminano il piede con elementi come pietre preziose, decori e intrecci. 

I sandali capresi sono contraddistinti da una fascia che cinge la caviglia, legata alla suola, che quindi regge il piede alla suola. Infradito e rigorosamente dalla suola in cuoio rasoterra, questa calzatura è abbinabile sia con un jeans per un outfit più casual, sia con un abito svolazzante per i look più eleganti. 

Il sandalo caprese è l’emblema dell’alto artigianato italiano: la sua lavorazione è tramandata di generazione in generazione dando vita a creazioni pregiate, realizzate nelle storiche botteghe artigianali di Capri: sono acquistabili anche in molte altre città italiane e online. Celebre la reinterpretazione del marchio Le Capresi frutto del talento della designer napoletana, Rory De Angelis.

Chi è alla ricerca dei sandali capresi può affidarsi alla boutique di Daniele Giovani o fare una visita sul suo shop online: la sua proposta è contraddistinta da una ricercata selezione di questo modello unico.